Nel 1933  Via San Gaetano è troppo stretta, bisogna allargarla. Il muro di cinta dell’Oratorio Sant’Antonio viene rifatto e arretrato, la curva verso via dei Quartieri arrotondata.
Allo scopo di dare un aspetto più suggestivo all’incrocio, nella curva all’incrocio fra via San Gaetano e via dei Quartieri, la popolazione della Conca, con l’appoggio dell’Amministrazione Comunale, fa erigere un Capitello in onore di San Gaetano. Il Comune concede perennemente l’acqua che sgorga da un beccuccio e confluisce nella vasca in pietra sottostante.
Il progetto è del cav. Giovanni Rossi.

L’originario dipinto raffigurante San Gaetano assieme a San Valentino, ispirato ad una pala del 8° secolo, nel corso degli anni si è deteriorato e nel 1974 il giovane concittadino Aldo Fiore lo ha ridipinto per ridare vita all’immagine del capitello. Il 7 agosto, Festa di San Gaetano, il manufatto è stato inaugurato e benedetto da don Renzo Rizzato, Rettore del Patronato.
Il Capitello, nel 1999, è stato restaurato integralmente: l’artista Nico Feron ha rifatto il dipinto e il Gruppo Alpini di Thiene si sono occupati della struttura.

Questo articolo è tratto dal libro:

2014

La Conca racconta

Ricordi raccolti dalla viva voce dei concati© G. De FranceschiInfo ››